logo
  • 8 aprile 2016

Progetti eTwinning ed Erasmus plus

PARTECIPAZIONE AI GIOCHI BEBRAS DELL’INFORMATICA 2018

Il nostro istituto è stato inserito nell’apposita lista dei Most Significant Bytes, insieme all’Istituto Margherita e alla Scuola Michelangelo di Bari e ad altre 60 istituti nazionali, perchè ben tre squadre di alunni eccellenti della nostra scuola (nella categoria Megabebras ) hanno totalizzato il massimo del punteggio (38/38).
.Anche quest’anno la nostra scuola, in quanto membro del progetto Erasmus+ “Code to create”, insieme a Finlandia e Svezia, ha partecipato alla gara nazionale, organizzata da ALaDDIn, Laboratorio di Didattica e Divulgazione dell’Informatica del Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Milano.
Quest’anno la Scuola Secondaria di primo grado, con referente dei giochi matematici la prof.ssa Giannini, ha selezionato le eccellenze della scuola (32 in totale) e dopo un breve corso tenuto dalle docenti di Matematica: M. Dalfino, Am. Giannini e MR Levanto, ha partecipato alla gara con i ragazzi, suddivisi in 8 gruppi: 3 per la categoria GigaBebras ( III anno) e 5 per la categoria MegaBebras (I e II anno).
La gara si è svolta il 13 novembre. Il 18 dicembre sono stati pubblicati i risultati.
Ma cosa sono i giochi Bebras? Bebras (“castoro” nella lingua del paese, la Lituania, dove nel 2004 è nata l’iniziativa) è un’organizzazione internazionale che ha lo scopo di promuovere nelle scuole gli aspetti scientifici dell’informatica. I giochi Bebras sono accessibili agli studenti delle scuole primarie e secondarie anche senza nessuna specifica conoscenza pregressa. I problemi proposti, però, presentano reali situazioni informatiche, che richiedono di interpretare informazioni, manipolare strutture discrete, elaborare dati e ragionare algoritmicamente. La caratteristica dei giochi è che le gare nazionali sono organizzate contemporaneamente in tutti i paesi aderenti.
La comunità Bebras comprende paesi da tutti i continenti: nel 2016 hanno partecipato alle gare nazionali 1.610.000 studenti di 34 nazionalità.
Nel 2015 BEBRAS è stato insignito del premio “Best Practices in Educazion” da Informatics Europe, l’associazione che riunisce dipartimenti e laboratori di ricerca informatici in Europa.

3° MEETING TRANSNAZIONALE PROGETTO ERASMUS+ “CODE TO CREATE”

2017-10-05-PHOTO-00000572 IMG_0080

sdr

sdr

dav

dav

sdr

sdr

Nei giorni 28 e 29 settembre l’I.C. Resta-De Donato Giannini ha partecipato al terzo meeting transnazionale del progetto Erasmus+ intitolato “Code to create new knowledge using programming in Primary School” presso la “Hodjens Skola” di Tenala in Finlandia, coordinato dalla scuola svedese “Glasbergsskolan” di Mölndal.
Il topic del progetto è il coding connesso alla matematica, alla tecnologia e all’arte.
In particolare, l’obiettivo principale di questo incontro è stato quello di condividere i percorsi inerenti le attività manuali e pratiche connesse al coding e di formulare un modello di unità di apprendimento da pubblicare sul web come punto di riferimento per tutti quei docenti che si avvicinano per la prima volta al linguaggio del coding.
Al meeting hanno partecipato le docenti Cinzia Maurantonio, Isabella Coppi e Anita D’Onghia e il Dirigente Scolastico Pasqua Patrizia Savino. La rappresentanza dell’Istituto Comprensivo ha partecipato a seminari, workshop e lezioni aperte di arti pratiche, robotica e tecnologia.
Nello specifico, le docenti coinvolte nel meeting hanno svolto le seguenti attività:
– Visita degli ambienti scolastici;
– Osservazione di lezioni relative al coding connesso alle arti pratiche e manuali (Arts and Crafts);
– Workshop sulla robotica applicata alla didattica;
– Programmazione delle attività per il quarto ed ultimo incontro transnazionale in Svezia (aprile 2018).

2° INCONTRO TRANSAZIONALE ERASMUS+ “CODE TO CREATE”

IMG_1564

I docenti del gruppo di lavoro

Nei giorni 27 e 28 aprile si è tenuto il secondo meeting transnazionale del progetto Erasmus+
azione KA2 intitolato “Code to create new knowledge using programming in Primary School”
presso l’Istituto Comprensivo “Resta-De Donato Giannini. Il progetto è in rete con la scuola
finlandese “Hodjens Skola” di Tenala ed è coordinato dalla scuola svedese “Glasbergsskolan” di
Mölndal.
Il topic del progetto è il coding connesso alla matematica, alla tecnologia e all’arte (attività
manuali e pratiche). L’obiettivo principale è quello di sperimentare, confrontare e condividere le esperienze di coding nei rispettivi istituti scolastici al fine di integrarlo nel curriculum scolastico,
soprattutto alla luce delle linee guida del progetto di governo Buona Scuola che vede l’educazione
al pensiero computazionale e al coding inserita nel curricolo della scuola italiana.
Il meeting è stato coordinato dalle docenti Cinzia Maurantonio, Isabella Coppi, Anita D’Onghia,
Annamaria Giannini e Mariangela Lonuzzo, che hanno organizzato seminari, workshop e lezioni
aperte di tecnologia e matematica. I docenti hanno, inoltre, partecipato ad una videoconferenza
tenuta dal prof. Alessandro Bogliolo, Professore Associato di Sistemi di Elaborazioni delle Informazioni del Dipartimento di Scienze Pure ed Applicate della Scuola di Scienze, Tecnologia e Filosofia dell’Università di Urbino, nonché autore del CodeMooc “Coding in your Classroom, now!” e coordinatore dell’Europe Code Week dal 2015. Scopo della videoconferenza è stato quello di condividere il percorso di coding literacy che il Prof. Bogliolo sta attuando in Italia e confrontarsi sui significati delle parole programmazione, coding, pensiero computazionale e curricolo.
Nello specifico, tutti i docenti coinvolti nel meeting hanno svolto le seguenti attività:
– Visita degli ambienti scolastici, guidati da due alunni della scuola primaria e due alunni
della scuola secondaria
– Presentazione delle attività relative al coding connesso alla matematica e alla tecnologia
– Osservazione di lezioni relative a tecnologia e coding
– Partecipazione alla video conferenza con il Prof. Alessandro Bogliolo
– Workshop e seminari su inclusione e nuove tecnologie, flipped classroom
– Programmazione attività per il terzo incontro transnazionale in Finlandia (28-29 settembre
2017).

dav

Tabelline con Blue-Bot

da

Danza robotica “Ode to code”

Alcune alunne parlano con i docenti della scuola Svedese

 

 

1° MEETING TRANSAZIONALE PRESSO IL NOSTRO ISTITUTO PROGETTO ERASMUS+ “THE ART OF ECONOMY, THE ECONOMY OF ART”

Nella settimana dal 21 al 26 Novembre 2016 si terrà il primo meeting transnazionale del progetto “The art of Economy, the Economy of Art”: l’Istituto Comprensivo ospiterà docenti e dirigenti scolastici provenienti dalla Polonia, dalla Lettonia, dalla Romania e dalla Turchia. Gli obiettivi principali del progetto sono:

  • lanciare due competizioni di matematica/economia di base a livello regionale (basata su test scritti tradizionali) e internazionale (su una piattaforma online);
  • sviluppare la metodologia CLIL applicata alla matematica;
  • avviare corsi extracurricolari di business English, promuovere l’insegnamento della matematica e dell’economia di base in inglese;
  • avviare rappresentazioni teatrali ed esibizioni corali in lingua inglese.

Il programma per la settimana prevede la visita dell’Istituto Comprensivo (che sarà effettuata da alcuni alunni della scuola), la presentazione delle scuole coinvolte, l’analisi dettagliata del progetto e la sua relativa scansione in fasi, workshop e seminari su piattaforme di comunicazione e software educativi, compilazione di questionari di valutazione e documenti di mobilità, analisi di risultati e aspettative.

Le mobilità prevedono il coinvolgimento di due docenti e quattro alunni: a marzo 2017 in Polonia, a novembre 2017 in Lettonia, ad aprile 2018 in Italia, a settembre 2018 è previsto l’ultimo incontro transnazionale solo per docenti in Turchia.

1° MOBILITA’ PROGETTO ERASMUS+ “CODE TO CREATE NEW KNOWLEDGE USING PROGRAMMING IN PRIMARY SCHOOL”

Dal 12 al 14 ottobre 2016 si è tenuto il primo meeting transnazionale del progetto intitolato “Code to create new knowledge using programming in primary school”, presso la Glasbergsskolan di Mölndal in Svezia.

Hanno partecipato 4 docenti dell’IC Resta-De Donato Giannini:

1) Maria Angela Lonuzzo dalla scuola primaria (docente di matematica e scienze, tecnologia e inglese);

2) Anita D’Onghia dalla scuola secondaria (animatrice digitale della scuola e docente di tecnologia);

3) Annamaria Giannini dalla scuola secondaria (docente di matematica e scienze);

4) Cinzia Maurantonio dalla scuola secondaria (referente Erasmus e docente di lingue straniere);

Il topic del progetto è il coding connesso alla matematica, alla tecnologia e all’arte (attività manuali e pratiche). L’obiettivo principale è quello di integrare il coding nel curriculum scolastico, soprattutto alla luce delle linee guida del progetto di governo Buona Scuola che vede l’educazione al pensiero computazionale e al coding inserita nel curricolo della scuola italiana.

Coding è un termine inglese al quale corrisponde in italiano la parola programmazione. Si tratta di un approccio che mette la programmazione al centro di un percorso dove l’apprendimento, già a partire dai primi anni di vita, percorre strade nuove ed è al centro di un progetto più ampio che abbatte le barriere dell’informatica e stimola un approccio votato alla risoluzione dei problemi. Parliamo di pensiero computazionale, ovvero di un approccio inedito ai problemi e alla loro soluzione. Bambini e ragazzi con il coding sviluppano il pensiero computazionale e l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Non imparano solo a programmare ma programmano per apprendere. I bambini giocano e vincono delle sfide, vincere la sfida quindi significa risolvere il problema. I bambini diventano soggetti attivi della tecnologia, possono creare videogames o storie e attraverso il coding sviluppano creatività e fantasia.

Le docenti coinvolte nel primo meeting transnazionale hanno svolto le seguenti attività:
– visita degli ambienti scolastici;
– presentazione delle scuole italiana, finlandese e svedese e relativi curricula scolastici;
– presentazione delle attività relative al coding svolte presso ogni scuola;
– osservazione di lezioni relative a matematica e coding;
– workshop su iTunes U e Scratch jr;
– formulazione questionari di valutazione;
– programmazione attività per il secondo incontro transnazionale in Italia (26-29 aprile 2017).

 

img_20161014_083805img_20161013_081943

PROGETTI ERASMUS+ A.S. 2016/2017

Nell’anno 2016 sono stati approvati due progetti Erasmus+ per il biennio 2016/2018:
1) CODE TO CREATE KNEW KNOWLEDGE USING PROGRAMMING IN PRIMARY SCHOOL, con Svezia e Finlandia;

2) THE ART OF ECONOMICS, THE ECONOMY OF ART, con Polonia, Romania, Lettonia e Turchia.

Si tratta di partenariati strategici facenti parte dell’azione chiave 2 – KA2 – ovvero “progetti di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche fra scuole”. Sono progetti di cooperazione transnazionale che offrono l’opportunità alle scuole di cooperare al fine di:

  • Migliorare le competenzedel personale della scuola e rafforzare la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento
  • Ampliare la conoscenza e la comprensione delle politiche e delle pratiche educativedei paesi europei
  • Innescare cambiamenti in termini di modernizzazione e internazionalizzazionedelle scuole
  • Creare interconessionifra istruzione formale, non formale, formazione professionale e mercato del lavoro
  • Promuovere attività di mobilità all’estero per gli alunni e lo staffdelle scuole, anche a lungo termine
  • Accrescere le opportunità per lo sviluppo professionalee per la carriera del personale della scuola
  • Aumentare la motivazionee la soddisfazione nel proprio lavoro quotidiano

OTTENUTO IL RICONOSCIMENTO QUALITY LABEL PER PROGETTO ETWINNING

img-20161111-wa0002img-20161111-wa0001

Il progetto “What makes us unique …”, attuato sulla piattaforma eTwinning ed ispirato alla pedagogia dell’incontro, dell’accoglienza e dell’inclusione ha coinvolto 39 alunni inseriti nell’anno scolastico 2015-2016 nelle classi 4^ D – 4^ E di S. Primaria, guidati dall’insegnante Coppi Isabella.

A Dicembre 2015 hanno interagito in inglese con Molly, una ragazza di 20 anni di origini turesi, proveniente dal Maine ed allora residente in Francia per approfondire i suoi studi con il progetto Erasmus. Questo li ha motivati a mettersi in contatto con bambini di altri Paesi e, pertanto, la docente ha deciso di aderire ad un progetto che prevedesse l’interazione dei propri alunni con coetanei.

Il percorso, attraverso la condivisione delle presentazioni degli alunni e delle descrizioni della scuola, del paese, delle tradizioni relative al Regno Unito, alla Spagna, alla Polonia, alla Grecia e all’ Italia, ha permesso di far scoprire e valorizzare l’unicità che caratterizza le diverse scuole partner e il luogo in cui ogni alunno vive.

L’esperienza maturata nel corso di questo progetto ha gradualmente portato alunni e docenti a conoscersi, comprendere che “guardare se stessi e la propria cultura con lo sguardo degli altri è un’esperienza che aiuta a costruire la propria identità, arricchendola di punti di vista, memorie, pensieri…”, per poi ” fondere ” le diversità per progettare lavori collettivi che hanno visto gli alunni delle scuole partner essere coautori di elaborati senza timore del confronto.

Le docenti delle varie scuole, dopo aver concordato tra loro le diverse attività, si sono impegnate per la realizzazione delle stesse, secondo i tempi prefissati e tenendo conto della pianificazione delle attività prevista per la propria classe.

Il video conclusivo ha coinvolto gli alunni che hanno ballato liberamente sulle note di “Happy” nei vari ambienti della scuola.

Link: https://www.youtube.com/watch?v=qq9VldCbYRc

Una parte del video è stata assemblata a quella realizzata dalle altre scuole partner.

Link: https://www.youtube.com/watch?v=LNr0P_lB9ok

L’Unità nazionale eTwinning, dopo aver visionato i lavori prodotti, ha conferito alla docente ed agli alunni coinvolti nel progetto il Quality Label con la seguente motivazione: “Si conferisce il Quality Label soprattutto per l’importanza che il progetto ha avuto per la scuola e per la modalità di lavoro adottata.”

 

Programma Erasmus 2015/2016

Cliccare sull’immagine per ingrandirla.

padlet erasmus


PROGETTO “What  makes us unique…”

PROGETTO “What  makes us unique…”: Video conclusivo del progetto Etwinning ” WHAT MAKES US UNIQUE…”.- classi 4^D-4^E – Ins. Coppi Isabella

Il testo della canzone ” Happy ” è stato suddiviso tra le diverse scuole partner.
Ogni scuola ha curato le riprese di un breve video.
I lavori sono stati successivamente assemblati.

 

PROGETTO “What  makes us unique…” – LAVORI DI ALUNNI PER L’ELABORAZIONE DEL LOGO – Classi 4^D – 4^E della Scuola Primaria – Ins. Isabella COPPI

Lavori-degli-alunni-N-1

Lavori degli alunni -N.2

Lavori degli alunni – N-3

 

 

PROGETTO “What  makes us unique…” – P.P.T. – Classi 4^D – 4^E della Scuola Primaria – Ins. Isabella COPPI

Our school

Presentations 4^D

Presentations 4^E 

Turi

Easter -Turi

 

PROGETTO ” Exchanges Christmas cards” – scambio interculturale con una scuola di Madrid- classe 3° sez. D – Ins. Maria Angela Lonuzzo

Progetto exchanges christmas card

 

PROGETTO CLIL DI SCIENZE ” I know the world around me”
Presentazione progetto clil “I know the world around me classe 3° D”

presentazione-progetto-clil-i-know-the-world-around-me-classe-3-d


Comments are closed.

-->